RESPIRARE BENE E' UN PO' COME FARE PICCOLE MEDITAZIONI

Saper respirare, è una pratica bellissima

Mentre saper respirare bene dovrebbe essere la norma, la dispnea è una frequente alterazione del ritmo del respiro che quindi avviene con fatica, alcune volte addirittura con sofferenza del paziente. Il respiro alterato rientra tra i sintomi degli stati d’ansia, degli attacchi di panico e degli eccessi di stress.

Respirare bene è pratica bellissima. Fa parte di quelle attività che regalano talmente tanti benefici che “riempiono l’anima”.

Ci sono così tante sfumature che fanno la differenza nel respirare bene che la potremmo considerare un’arte che deve essere praticata costantemente per dare i suoi frutti, per evitare che si trasformi in ansia, dispnea, attacchi di panico. Tutti dovremmo saper respirare bene.

Nella pratica yoga, ad esempio, la respirazione viene utilizzata i diversi modi. Ad inizio lezione, spesso si pratica “Breath Of Fire”.

Respirare con controllo serve a scaldare il corpo e a svegliare il sistema nervoso in preparazione alla pratica fisica. E questo significa che il respiro è in grado di agire sul nostro sistema nervoso, che attraverso il respiro possiamo gestire il nostro stato e che il respiro è connesso a tutto il resto. 

Si tratta di una respirazione la cui grande potenza deriva dal ritmo incalzante, dall’esalazione breve e decisa mentre l’inspirazione diventa quasi un riflesso ed è totalmente passiva.  Aiuta anche la concentrazione, a rimuovere le tossine e, durante i mesi invernali, aiuta a mantenere in salute il sistema respiratorio. Pensa a quanto potere ha, quanto è importante respirare bene sul nostro intero sistema.

L’importanza di respirare bene: un’antica meditazione nata in India, si basa esclusivamente sull’ascolto del respiro.

La meditazione Vipassana che significa “vedere le cose in profondità come realmente sono”, risale a circa 2500 anni fa. Si basa esclusivamente sull’ascolto del respiro e ti insegna a collegarti profondamente al corpo.
Le prime esercitazioni consistono solo nel sentire la temperatura dell’aria che inali e che esali ma, imparare a fermare la mente e a restare concentrati sulla respirazione, non è facilissimo. Anzi, richiede molta pratica e molta pazienza.
E’ così che impari ad ascoltarti, a prenderti cura di te e ad ascoltare cosa ti racconta il tuo corpo.

Io ho imparato a respirare per la pratica Vipassana durante un ritiro di 10 giorni. 

La mattina il gong ci svegliava alle 4:30 per iniziare la pratica che terminava alle 21:00, quando andavamo a letto. Durante il giorno vigeva il completo silenzio e non potevamo neppure scambiare degli sguardi con gli altri partecipanti. Non potevamo fare nessuna attività, neppure yoga; dovevamo solo respirare e meditare come ci stavano insegnando. E’ stata dura ma è stato bellissimo.

Ecco qual è il grande “segreto” per il nostro benessere:

respirare bene, praticare una respirazione consapevole che ti aiuta a mantenere la concentrazione su te stessa e sul tuo corpo evitando che la mente scappi via. Sembra impossibile…ma è così!

Durante gli esercizi di respirazione, la tua concentrazione è focalizzata sul tuo corpo, su di te. Devi essere presente per praticare il respiro correttamente, non puoi pensare a qualcos’altro se devi condurre il respiro in maniera specifica.

Questi sono solo alcuni aspetti della respirazione e del suo grande potere. E, mentre una volta si usava solo in oriente per tradizione, oggi si pratica sempre più anche in occidente per necessità, per far fronte all’aumento di stress sempre più diffuso sia negli adulti che nei giovani e, addirittura, nei giovanissimi.

Non esiste un’alternativa che dia maggiori risultati per gestire la dispnea il nervosismo, gli attacchi di panico, il senso di carenza e il respiro affannoso. I farmaci non sono di certo un’alternativa perché sono solo delle terapie che agiscono chimicamente sugli effetti; non agiscono sulla causa, non sono risolutivi, non fanno bene. 

Invece, respirare bene non ha controindicazioni, non è un’attività pericolosa, non ha un costo: una volta imparata la tecnica, questa arte resta tutta tua a patto che tua sia costante nel praticarla. Altrimenti, come tutte le abilità fisiche, se non ti tieni allenato rischi di perderla.

Ricapitolando:

  1. tutti dovremmo saperr respirare bene
  2. respirare bene ha grande potere sul nostro corpo.
  3. ci sono molte tecniche per respirare bene da utilizzare per ottenere un ottimo risultato
  4. la consapevolezza del respiro aiuta a gestire lo stress
  5. la respirazione è la via prioritaria per fare meditazione

C’è ancora molto da raccontare sul respiro, le sue tecniche e i suoi effetti. Come terapista posturale, ho insegnato a tantissime persone a respirare bene negli ultimi 20 anni e ho visto con i miei occhi quali e quanti benefici regali al nostro corpo.

Ti racconterò altri aspetti affascinanti di questa pratica meravigliosa nei prossimi articoli.

Nel frattempo ti lascio con un consiglio: se ti capita di svegliarti di notte, prova a fare attenzione alle tue narici e cerca di sentire da quale delle due entra più aria. Se ti fa piacere sapere perché, scrivimi una mail o contattami sui social.

Buon respiro e…a presto!

Se desideri informazioni, puoi contattarmi direttamente QUI

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su email
Una Lezione posturale

OMAGGIO

con l’iscrizione alla newsletter