RESPIRARE CORRETTAMENTE

LA RESPIRAZIONE

Sempre più persone manifestano un’alterata capacità di respirare, una resistenza al lasciare andare il respiro mantenendo un lungo stato in apnea con cattive conseguenze che si manifestano nel tempo. L’atto respiratorio viene alterato da vari fattori.

La causa può essere ricercata tra i traumi fisici ma anche tra quelli emotivi del recente passato o di un tempo più remoto che può aver lasciato dei segni profondi.

Lo stile di vita attuale alza il livello di stress che si somma agli eventi del passato e genera un sistema respiratorio che inibisce il corretto movimento del diaframma e comporta un sovraccarico della muscolatura accessoria con relativa tensione.

L’importanza del diaframma è notevole: divide trasversalmente il corpo e con la sua forma a cupola separa la cavità addominale da quella toracica; nasce dalla zona lombare, si sviluppa verso lo sterno e le costole e la sua contrazione muscolare verso l’addome permettere l’inspirazione, la defecazione, il vomito ed il parto; quindi possiamo dire che interagisce con parecchie funzioni fisiologiche.

Quando a lungo andare si fibrotizza e altera il suo stato fisiologico portandosi in retrazione, comprime costantemente l’addome e può compromettere l’attività degli organi sottostanti; così può provocare problemi al pavimento pelvico per l’eccessiva pressione ma anche creare tensione allo stomaco favorendo l’ernia jatale. Anche in tutti questi casi i trattamenti sintomatici sono controindicati.

Bisogna invece agire in modo risolutivo e con efficacia attraverso il massaggio diaframmatico  ad una rieducazione motoria del diaframma.

Sarà immediata la percezione di leggerezza e lo stato di rilassamento che ne consegue; ne gioverà tutto il sistema posturale e la mobilità. La pratica casalinga degli esercizi concordati sarà un prezioso ed importante mezzo per il paziente per mantenere una buona libertà emotiva in autonomia.

NEWSLETTER

Studio Updates & New Timetables Weekly.